Nonostante il destino perituro di tutte le avventure umane, la vita esibisce una concretezza sempre piena ed impedisce che ci si concentri unicamente sull’assenza. Secondo Simone de Beauvoir indagare l’esistenza, al di là di ogni mistificazione, significa imbattersi in una verità elementare ma densissima: la vita si cancella perché c’è, il tempo ci sfugge perché ne disponiamo. L’orizzonte della nostra aurora è allora limpidissimo; comprendere fino in fondo il significato dell’umano durare significa scoprire con occhi nuovi lo stupore d’essere, recuperare il senso profondo dell’abitare in un mondo effimero, in cui nulla si dà due volte allo stesso modo. In questo quadro si potrà comprendere l’autentico spessore filosofico di un’emozione esistenziale tanto significativa quanto poco indagata: quella della gioia.

Collana I LIEVITI