Nei pomeriggi d’estate un luogo per il recupero del tempo e dello spazio, tra gli infiniti delle opere di Carlo Brenna.