. . .   la curiosità aiuta.

sostieni le librerie e gli editori indipendenti !

Slider

La filosofia della libreria è articolata sia attraverso le pubblicazioni proposte, sia nella sua stessa realizzazione e conduzione quotidiana:

MICROEDITORIA – CASE EDITRICI INDIPENDENTI

Visibilità alle realtà editoriali indipendenti e alle piccole case editrici che difficilmente o per niente sono rintracciabili nelle grandi librerie di catena. Con grande passione e qualità offrono un vastissimo panorama di libri spaziando dalle più svariate tematiche.
Grazie a loro possiamo provare a uscire dalle visioni uniche collettive che conducono il mondo e soprattutto l’attuale situazione editoriale; poichè secondo me la lettura serve proprio a questo, non ad un’asettica archivistica erudizione fine a se stessa sempre più procedurale, ma bensì all’ideazione, alla curiosità, alla relazione e alla meraviglia.
Nella sezione a loro dedicata ci sono i nomi e gli indirizzi di alcuni degli editori con cui collaboro dei quali scelgo personalmente ogni pubblicazione.

RI-USO DEI MATERIALI

Gli scaffali e la maggior parte della mobilia sono frutto di una curiosa metamorfosi, personalmente ideati e realizzati con materiale di recupero. Su di essi si  potranno trovare  oltre ai volumi nuovi anche quelli usati di vario genere e pubblicazioni totalmente Free sotto licenza Creative-commons. Non solo l’arredamento ma anche i pacchetti e le buste saranno realizzate con materiale di recupero.

OPENSOURCE + free-software

Altro tema al quale sono particolarmente sensibile è appunto quello sulla proprietà intellettuale e libertà informatica, pertanto  i software utilizzati per la gestione sono totalmente Open-source e sempre lo saranno!

                                  

VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Uno sguardo anche al passato locale  grazie alle case editrici che ne riscavano le radici, per ricordarci e non dimenticare  la nostra identità.

LIBERTÀ E CREATIVITÀ SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA …

La libreria ospiterà tra le altre cose anche i lavori tratti dal progetto fotografico “Stunt life” , frutto della collaborazione con il fotografo Friulano Francesco Bonino  prima che mi avventurassi definitivamente al mestiere di libraio.