La stragrande maggioranza della gente si domanda: Come faccio a resistere? Come faccio a non dire “Basta! Fermi tutti”?

In assenza di una visione si sta male. Viviamo in un sistema politico e sociale che scoraggia il pensiero e il dialogo che potrebbero portare a visioni costruttive. È un sistema che induce a sfogare le proprie frustrazioni invece di gestirle in modo creativo, un sistema che tiene separate le persone.

Questo libro descrive, in modo convincente, esperienze capaci di espandere e valorizzare la dimensione dell’intelligenza collettiva. Aiuta a riflettere sulla leadership, l’autorità e il potere alla luce del rapporto “assenza di visione/stupidità”, considerando la stupidità come problema sociologico piuttosto che psicologico. Invita a elaborare delle visioni che permettano di costruire un senso di comunità e di mobilitazione solidale verso un futuro desiderabile.